L’esercito romano del Principato non è intrinsecamente il migliore. Ecco perché

Chi usualmente si approccia alla Storia di Roma, o anche chi la guarda con un occhio di eccessiva partigianeria, non ha dubbi che l’esercito del Principato (o “alto impero”: I-II sec. d.C., per capirsi), sia intrinsecamente migliore degli eserciti degli altri periodi. Peccato sia totalmente falso. Solo uno stereotipo. Capiamoci: l’esercito romano del I-II sec. … More L’esercito romano del Principato non è intrinsecamente il migliore. Ecco perché

Eroi romani. Sempronio Tuditano, eroe di Canne

2 agosto 216 a.C.La battaglia di Canne, una delle peggiori disfatte della Storia romana, sta volgendo al termine. Il console Varrone è scappato con una cinquantina di uomini, mentre Lucio Emilio Paolo giace sul campo di battaglia insieme ad almeno 40.000 uomini. I sopravvissuti romani si rifugiano nel villaggio di Canne, senza difese, e soprattutto … More Eroi romani. Sempronio Tuditano, eroe di Canne

I nomi delle legioni romane

Le legioni romane, sia della Repubblica che del Principato, sono usualmente identificate da un numerale che le distingue dalle altre. Con la tarda repubblica, tra la professionalizzazione dell’esercito (con la conseguente stabilizzazione permanente delle legioni, non più sciolte ad ogni campagna militare) e il proliferare delle unità legionarie, specie per via delle guerre civili, si … More I nomi delle legioni romane

Il grido di guerra nell’esercito romano

Nel nostro immaginario, il legionario romano in battaglia avanza in assoluto silenzio, al massimo battendo le armi sugli scudi per intimorire il nemico. Ma quanto è accurata questa immagine? A guardare le fonti, è particolarmente nel periodo del Principato che i legionari romani sembrano apparentemente preferire il silenzio assoluto. Come riporta per esempio Dione Cassio, … More Il grido di guerra nell’esercito romano

Gli ultimi eserciti romani (XIII-XV sec.). Dalla Quarta Crociata alla fine dell’impero

Spesso si dice che la Storia di Roma sia la Storia del suo esercito. E indubbiamente ciò contiene un buon nucleo di verità. Anche considerando quanto è conosciuta e presa in considerazione. In genere, infatti, se per esempio la Storia e l’esercito del Principato sono grosso modo molto noti, ciò non è altrettanto vero per … More Gli ultimi eserciti romani (XIII-XV sec.). Dalla Quarta Crociata alla fine dell’impero

Arcieri ausiliari: cretesi e siriani

Nel corso della loro Storia, i Romani hanno sempre cercato di sopperire alle loro mancanze militari in due modi: copiando e perfezionando le armi dei nemici, o reclutando alleati e ausiliari specializzati. A questo secondo caso appartiene il mondo dell’arcieria, tradizionalmente non uno dei punti di forza dell’esercito romano. I principali bacini di reclutamento degli … More Arcieri ausiliari: cretesi e siriani

I bucellari: le truppe d’élite di Giustiniano

Nel VI secolo, il soldato romano per eccellenza è un poliedrico combattente a cavallo, adatto tanto al combattimento in mischia quanto all’uso di arco e frecce. Una figura che sarà sublimata dai guerrieri d’élite del periodo giustinianeo: i bucellari. I bucellari sono truppe usualmente montate, milizie private al soldo di generali e ufficiali romani, probabilmente … More I bucellari: le truppe d’élite di Giustiniano

La fanteria romana in epoca altomedievale (IX-XII sec.)

L’iconica immagine del legionario del Principato è nota a tutti, e l’equipaggiamento dei soldati romani della Repubblica e della tarda antichità inizia finalmente a essere più conosciuto. Al contrario, ben pochi riescono ancora a visualizzare in modo chiaro l’aspetto degli eserciti imperiali tra IX e XII sec. (il cd. periodo medio bizantino). Questo è particolarmente … More La fanteria romana in epoca altomedievale (IX-XII sec.)

Catafratti e clibanari. Qual è la differenza?

Quando si studia l’esercito romano, immancabilmente dal III sec. d.C. ci si imbatterà nella nuova cavalleria pesante. Nelle fonti scritte si trovano riferimenti sia a “catafratti” che a “clibanari”, cosa che spesso crea confusione in noi moderni. Entrambi i termini vogliono indicare dei soldati di cavalleria pesantemente corazzati. “Catafratto” deriva dal greco 𝘬𝘢𝘵𝘢́𝘱𝘩𝘳𝘢𝘬𝘵𝘰𝘴, che letteralmente … More Catafratti e clibanari. Qual è la differenza?

I falangiti di Caracalla

Quando lanciò la sua campagna contro i Parti nel 216, Caracalla era letteralmente ossessionato da Alessandro il Grande. A tal punto, non solo da considerarsi Alessandro redivivo (convinzione che sarà letteralmente smontata dal magro esito della campagna in Oriente), ma anche da cercare di imitarne l’antico esercito. Secondo Cassio Dione (LXXVIII, 7), Caracalla avrebbe reclutato … More I falangiti di Caracalla