Decorazioni militari: le phalerae

Le falere erano decorazioni militari del mondo romano, particolarmente nel periodo altoimperiale.

In epoca repubblicana accordate solo ai cavalieri, come ricorda Polibio (in contrapposizione ai fanti, che ricevevano la patella, forse una coppa o un piatto), dall’età augustea si trovano sempre più presenti nell’iconografia del periodo, rappresentate montate su imbracature come quella in foto – per la quale ringraziamo Res Bellica.

Benché oggi, in particolare nel mondo della rievocazione storica e in numerose ricostruzioni grafiche, siamo abituati ad associarle ai centurioni, ciò in realtà è fuorviante.

Dobbiamo sempre ricordare di come le falere fossero, appunto, un premio militare.

Come è vero che sicuramente esistevano centurioni che non hanno mai avuto modo di conquistare tale premio, è altrettanto vero che portastendardi e legionari di truppa avevano spesso occasione di guadagnarsele con il loro coraggio – e questo è indiscutibilmente comprovato da fonti iconografiche e letterarie; basti ricordare che la prima rappresentazione di un militare dotato di falere è proprio un aquilifero.

Letture consigliate

G. Cascarino 2007, L’esercito romano. Armamento e organizzazione. Vol.I: dalle origini alla fine della repubblica

G. Cascarino 2008, L’esercito romano. Armamento e organizzazione. Vol. II: da Augusto ai Severi


One thought on “Decorazioni militari: le phalerae

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s