Site icon TRIBUNUS

Recensione: “Amore e sesso nell’Antica Roma” di Alberto Angela

Titolo: Amore e sesso nell’Antica Roma

Autore: Alberto Angela

Anno di pubblicazione: 2016

Editore: Mondadori

Come amavano gli antichi Romani? Quali frasi si scambiavano due innamorati? Cosa ci si regalava come pegno d’amore? Si andava a cena fuori?

Queste sono domande che in molti ci siamo fatti, ammirando gli affreschi delle domus, andando in un museo, o vedendo le opere prodotte dai Romani. In nostro soccorso, però, arriva questo strepitoso libro di Alberto Angela, che mira a scoprire la verità sull’amore al tempo di Roma Antica. L’autore indaga a fondo nell’intimità di uomini e donne di duemila anni fa, ritracciando similitudini e differenze col modo di fare dei nostri giorni.

Lo stesso Angela scrive nell’introduzione al testo: ” Ho quindi voluto scrivere un libro che mi sarebbe piaciuto trovare in libreria, e che non sono mai riuscito a trovare, un libro che parlasse dell’amore nell’antica Roma a 360 gradi. Sono davvero pochi i libri sull’argomento rispetto a quelli, per esempio, sulle legioni romane, su Pompei o sui vari imperatori.

Molti dei libri sull’amore che troverete sono eccellenti. Questo libro non pretende di essere migliore. Ma ha una caratteristica che lo rende diverso: ha un approccio investigativo, cioè non si concentra su un argomento o su un tema specifico, ma li analizza tutti.

Ha come filo conduttore la nostra curiosità, e cerca di rispondere alle domande che ognuno di noi si pone sull’amore e il sesso al tempo dei Romani: dal tipo di baci agli anticoncezionali, dalla lingerie delle matrone alle strategie degli uomini e delle donne per sedurre l’altro sesso e tenerlo stretto a sé, dai tradimenti ai portafortuna, dalle acrobatiche posizioni a letto agli afrodisiaci per migliorare le performances, dalle scritte lasciate sui muri alle regole del matrimonio e del divorzio…”.

Ma come può l’autore unire tutti questi argomenti in un unico volume senza renderlo troppo tedioso o macchinoso?

Alberto Angela ha ideato uno stratagemma: ci lascia immaginare di camminare in una piazza di Roma Antica, in particolare nel 115 d.C., e lì incrociamo una moltitudine di persone; e proprio come in un film, possiamo fermare l’immagine ed osservarne i dettagli, e farci raccontare le loro vite, i loro segreti, le loro passioni. Però, non saranno questi uomini o donne i protagonisti, quello resta indiscutibilmente l’amore: il filo che muove il tutto.

Lo stile del libro è un mix, quindi, di tre generi: quello archeologico per i contenuti, quello divulgativo per il genere, e il romanzo per i balzi indietro nel tempo.

Lettura consigliata a tutti coloro che hanno voglia di indagare e scoprire l’antichità attraverso un altro punto di vista, non quello della Storia e dei grandi eventi, ma quello della quotidianità e dell’intimità di persone come noi, ma di duemila anni fa.

Acquista ora la tua copia di “Amore e sesso nell’antica Roma”

Exit mobile version