Chi erano i medici nella Roma antica?

Agli inizi della storia di Roma, non esisteva una vera e propria figura di medico.
Era il pater familias a doversi prendersi cura dei suoi cari e dei suoi schiavi, attraverso lo studio di conoscenze e ricette tramandate di padre in figlio.

Dopo la conquista della Grecia, i Romani ebbero modo di entrare in contatto con medici professionisti, i quali spesso provenivano da scuole mediche prestigiose dell’epoca: Efeso, Pergamo, Antiochia, e Smirne.

I primi medici a Roma erano solitamente schiavi di origine ellenica. Quando gli schiavi venivano liberati, potevano aprire un loro “studio” ed esercitare liberamente la professione.

Questa professione, solitamente, non si addiceva all’uomo romano.
Secondo la morale romana, un cittadino non poteva trarre profitto o lucro nel salvare il prossimo, almeno attraverso il lavoro manuale in sé.

Giulio Cesare, capendo l’importanza di tale mestiere, concesse la cittadinanza romana ai medici di origine greca, ufficializzando di fatto il ruolo, nel 46 a.C.

In epoca traianea, addirittura, esisteva anche una specie di “personal trainer”, il medicus amicus una sorta di consigliere per problemi fisici e psicologici dei ricchi patrizi romani.

Leggi anche Donne-medico nel mondo tardo antico

Letture consigliate

A. Angela 2016, Una giornata nell’antica Roma

A. Angela 2010, Impero. Viaggio nell’Impero di Roma seguendo una moneta


One thought on “Chi erano i medici nella Roma antica?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s