Site icon TRIBUNUS

Recensione: “Roma contro Cartagine. Vol. I: l’esercito di Annibale”, di Gioal Canestrelli e Simone Liguori

Titolo: “Roma contro Cartagine. Vol. I: l’esercito di Annibale”
Anno pubblicazione: 2019
Editore: Res Bellica

Una necessaria premessa: non è una novità che, in un libro di argomento storico, vengano utilizzate immagini di ricostruzioni e di gruppi di rievocazione storica.

Eppure, questo primo volume della serie “Milites”, targata Res Bellica, è innovativo nell’approccio e nell’utilizzo delle ricostruzioni operate dai rievocatori storici: queste ultime diventano un vero e proprio mezzo per riassaporare con gli occhi in modo vivo e nuovo le realtà, le peculiarità, i “colori” del mondo antico. 

Roma contro Cartagine” è il primo libro di una tetralogia dedicata agli eserciti che si sono combattuti durante la seconda guerra punica: Cartaginesi con loro alleati e mercenari da una parte, i Romani e i loro socii dall’altra.
Questo primo volume, come esplica il titolo, è dedicato all’esercito annibalico in partenza dalla Spagna verso l’Italia. Sono per cui analizzati sia quegli elementi provenienti dal nord Africa, sia le truppe alleate e mercenarie presenti sul suolo iberico.
Gli autori corredano inoltre il libro con una breve descrizione dell’inizio della seconda guerra punica da una parte, mentre dall’altra si spendono nel descriverci al meglio i contesti dai quali provengono le figure che verranno illustrate nelle pagine del libro (i brevi capitoli “Le truppe africane” e “Le truppe ispaniche”): un’operazione indispensabile per permettere al lettore di comprendere appieno i guerrieri descritti e mostrati nel volume.

Roma contro Cartagine“, come saranno anche gli altri volumi della serie (ora che scrivo, è già stato pubblicato il secondo ed è in fase di stesura il terzo), è un libro breve – 42 pagine in totale – e di facile lettura, anche perché a farla da padrone sono sicuramente le immagini delle ricostruzioni. In questo primo volume troverete infatti ben 16 tavole fotografiche a pagina intera.
Il testo è essenziale ma completo, senza fronzoli ed estremamente chiaro nelle spiegazioni. Al testo e alle ricostruzioni si accompagnano inoltre fotografie e disegni di reperti archeologici e fonti iconografiche, per permettere anche al lettore di poter apprezzare appieno il lavoro certosino dei rievocatori storici coinvolti e la bontà delle ricostruzioni proposte. Un modo semplice e diretto per ridare vita a oggetti e testimonianze che, spesso, per noi uomini contemporanei rimarrebbero silenziose.

Un’anteprima dall’interno del libro: ogni tavola a figura intera è supportata da un testo esplicativo chiaro ma completo, accompagnato dalle immagini dei reperti e delle fonti iconografiche alla base della ricostruzione. Un modo chiaro e semplice di riportare alla vita testimonianze antiche.

Il primo volume di “Roma contro Cartagine” è sicuramente un libro che merita un posto particolare nella libreria di ogni appassionato di storia militare, di oplologia e di rievocazione storica.

Clicca qui per acquistare una copia del volume.

 

Leggi anche la recensione del secondo volume.

Exit mobile version